Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio

Prima edizione del master sul cambiamento climatico

15 gennaio 2020

I cambiamenti climatici diventano una materia di studio ed entrano nelle aule dell'università Statale di Milano con il master di secondo livello in Interdisciplinary Approaches to Climate Change (IACC). Questo master oggi si rivela strategico per formare esperti in cambiamenti climatici: molti posti di lavoro nei prossimi anni, richiederanno “green skills”, quelle competenze cioè che permettono di progettare un futuro attento al consumo delle risorse, agli impatti ambientali, all'inquinamento e alla qualità della vita.
Il master si rivolge a giuristi, scienziati, tecnici, ricercatori, pubblici e privati, che potranno presentare domanda fino al 10 marzo 2020.
In programma da aprile a dicembre con 500 ore di lezione, il corso è articolato in diverse aree di studio e approfondimento: dall'etica e geopolitica del cambiamento climatico alle politiche pubbliche, alla disciplina giuridica del cambiamento climatico alle strategic litigation e alla tutela dei diritti; dagli aspetti di macro e microeconomia, alla politica fiscale e monetaria; dagli Sustainable Development goals ai comportamenti del consumatore; dalla urban resilience agli aspetti di gestione territoriale, energetica e di geoingegneria.

Tra i partner privati che sono a disposizione per gli stage ci sono realtà come lo studio di architettura Antonio Citterio Patricia Viel, lo Studio Legale Gianno Orrigoni Grippo, Ernest Young; nell'ambito pubblico ci sono il Comune di Milano, la Città Metropolitana e AMAT, Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio.

Per saperne di più:https://www.unimi.it/it/corsi/corsi-post-laurea/master-e-perfezionamento/catalogo-master/aa-2019/2020-master-interdisciplinary-approaches-climate-change-secondo-livello