Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio

Qualità dell'aria

Progettazione interventi emergenza aria 

Nel territorio del Comune di Milano non risultano rispettati i limiti normativi relativi alla qualità dell’aria fissati dalla normativa europea a tutela della protezione della salute umana (particolato atmosferico - PM10 e PM2.5, biossido di azoto - NO2, e ozono - O3). 

Il rispetto dei limiti europei della qualità dell'aria e la tutela della salute pubblica richiede l'adozione di azioni mirate e incisive da adottare a tutti i livelli amministrativi, anche in considerazione del fatto che i cambiamenti climatici in atto appaiono avere un ruolo nell'aggravamento, sia in termini di persistenza che di intensità, di fenomeni meteorologici che determinano l'accumulo di inquinanti in atmosfera o la produzione di inquinanti di origine secondaria. 

AMAT collabora allo sviluppo delle politiche dell’Amministrazione mirate principalmente alla riduzione degli effetti inquinanti derivanti dagli impianti di riscaldamento e dal parco veicolare circolante a Milano, con l'individuazione di azioni a carattere sia emergenziale che strutturale. In particolare, da quest'ultimo punto di vista, è allo studio l’introduzione di un nuovo sistema di controllo dei veicoli merci più inquinanti, con tecnologie a radiofrequenza e vetrofanie. 

Monitoraggio, sistema informativo e modellistica

Il supporto tecnico che AMAT fornisce all'Amministrazione Comunale a riguardo del settore 'inquinamento atmosferico' si espleta mediante la fornitura di svariati servizi, tra i quali si citano:

  • valutazioni e pareri tecnici riguardanti documentazione prodotta dall'Amministrazione e documentazione disponibile nell'ambito di processi di VAS / VIA;
  • organizzazione e coordinamento di campagne mirate di monitoraggio di inquinamento atmosferico per la valutazione oggettiva di provvedimenti adottati a livello locale;
  • aggiornamento periodico e produzione dei relativi report degli indicatori rappresentativi degli andamenti dei principali inquinanti;
  • aggiornamento periodico degli indicatori relativi all'inventario locale delle emissioni atmosferiche, con particolare riferimento ai principali settori emissivi della città;
  • analisi modellistiche per la valutazione dell'efficacia ex-ante e ex-post di provvedimenti locali (tra i quali Area C);
  • aggiornamento costante degli indicatori di efficacia di Area C in termini di riduzione delle emissioni atmosferiche da traffico veicolare;
  • previsioni modellistiche a breve e lungo termine di alcuni indicatori di inquinamento atmosferico a Milano;
  • mantenimento della base dati storica delle misure di dati meteorologici e di inquinamento atmosferico eseguite a Milano;
  • gestione di una stazione meteorologica avanzata sita in centro città, per lo studio comparato dei fenomeni di inquinamento atmosferico in relazione alle condizioni meteorologiche.

Nel campo del monitoraggio dell'inquinamento atmosferico, recentemente AMAT ha realizzato una campagna di misura delle concentrazioni di Black Carbon (una frazione del particolato atmosferico che costituisce un efficace indicatore del suo livello di pericolosità nonché dell'esposizione al traffico veicolare in ambito urbano) nel corso del primo anno di sperimentazione di Area C. Il progetto di monitoraggio del Black Carbon del Comune di Milano è stato realizzato da AMAT in collaborazione con SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) e il supporto tecnico-scientifico della Cornell University, Ithaca, NY e della University of Southern California di Los Angeles che da anni svolgono attività di ricerca a livello mondiale su questa tematica.