Anno inizio: 2018 (in corso)

Area B è una Zona a Traffico Limitato (ZTL o LEZ low emission zone) introdotta il 25/02/2019 che prevede il divieto di accesso e circolazione per i veicoli più inquinanti, oltre a quelli con lunghezza superiore ai 12 metri e quelli che trasportano merci pericolose.

Copre circa il 72% dell’intero territorio comunale di Milano ed è stata realizzata per introdurre un modello di limitazione progressiva dei veicoli più vecchi e inquinanti, migliorare la qualità dell’aria respirata dai milanesi e ridurre gli effetti negativi sulla salute pubblica degli inquinanti atmosferici (PM10, NO2), così come normati dall'Unione Europea.

Un sistema di controllo attraverso varchi elettronici degli accessi all’Area B ne permette la gestione e l’eventuale sanzionamento amministrativo a chi non rispetta le regole definite.

Inoltre, Area B consente:

  • il controllo degli accessi dei veicoli che trasportano merci pericolose nel centro urbano più densamente insediato;
  • il rilevamento diretto in tempo reale delle velocità effettive di percorrenza delle radiali di accesso alla città, al fine di migliorare la conoscenza e l’affidabilità del livello di congestione della rete stradale urbana.

Il contributo di AMAT al progetto è distribuito su tutto il ciclo di vita della ZTL attraverso il supporto su differenti ambiti tecnici (ambientale, viabilistico, normativo e di analisi dati). 

In particolare, AMAT svolge le seguenti attività:

  • progettazione con studi di fattibilità viabilistici e normativi, contribuendo alla definizione della regolamentazione del provvedimento ed in particolare sulle classi emissive dei veicoli;
  • progettazione degli oltre 190 varchi e verifica funzionale (collaudo) delle telecamere su strada per il controllo degli accessi veicolari alla ZTL per verificare che tutti i transiti realmente avvenuti sotto i varchi vengano correttamente rilevati dal sistema;
  • controllo, in collaborazione con la Direzione Lavori, dell’avanzamento delle opere civili e dell’installazione dell’energia elettrica e della fibra ottica; 
  • monitoraggio dei risultati attesi attraverso l’analisi dei dati rilevati ai varchi della ZTL, finalizzato alla validazione delle regole di accesso ipotizzate, nonché all’individuazione di possibili azioni correttive.

Temi collegati

News collegate