Agenzia Mobilità Ambiente e Territorio

Analisi sull'incidentalità stradale

AMAT svolge attività di supporto nell’elaborazione dei dati di incidentalità e produce annualmente un "Rapporto di sintesi" con i dati relativi agli incidenti stradali avvenuti sul territorio del Comune di Milano e approfondimenti sulle tipologie di incidente, le categorie maggiormente colpite e i costi sociali sostenuti dalla collettività.

Le elaborazioni si basano sui dati raccolti dalla Polizia Locale su tutto il territorio comunale, ad esclusione delle tangenziali, di competenza della Polizia Stradale.

Nel 2016 gli incidenti stradali sono stati 8.770, nei quali sono stati coinvolti 11.621 feriti e 45 morti. Sulla base di questi dati sono stati calcolati l’indice di lesività stradale, quasi 133 feriti ogni 100 incidenti, e l’indice di mortalità stradale, che ammonta a 1 decesso ogni 192 incidenti.

Il numero degli incidenti nel 2016 è rimasto pressoché invariato rispetto all’anno precedente ma è diminuito del 23% rispetto al valore registrato nel 2011, così come il numero di feriti e di decessi, rispettivamente ridotti del 24% e del 6%.

Variazioni 2011-2016

I valori più elevati sono stati registrati nei giorni feriali e nelle cosiddette fasce di punta, dalle 08.00 alle 10.00 e dalle 17.00 alle 19.00.

Il 48% degli incidenti stradali e il 50% dei feriti sono dovuti complessivamente allo scontro di tipo frontale laterale tra veicoli o per investimento di pedoni.

Tipologia incidenti 2016

Ripartendo gli incidenti sulla base dei veicoli coinvolti risulta che il 33% degli incidenti ha coinvolto solamente una o più automobili, mentre il 40% degli incidenti è avvenuto tra autoveicoli e moto/ciclomotori.

Tra gli incidenti mortali il 42% è dovuto all'investimento di pedone e il 29% allo scontro tra autoveicoli e moto/ciclomotori.

E’ anche su questi dati che si basa l’attenzione verso le cosiddette "utenze vulnerabili" della strada, pedoni e conducenti di mezzi a due ruote, che guida iniziative come quelle portate avanti dal Progetto INSIEME.

Utilizzando gli indicatori di costo individuati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è possibile calcolare l’ammontare dei costi sociali che annualmente vengono sostenuti dalla collettività per la gestione degli incidenti. E’ stato calcolato che nel 2016 la collettività ha sostenuto un costo per gli incidenti stradali pari a 654.653.769 €, così ripartiti:

Ripartizione costi 2016

Per maggiori informazioni sui dati raccolti nel 2016 scaricare la relazione completa al link sottostante.

Rapporto di sintesi 2016.pdf

I risultati sono stati presentati in occasione della XXVII edizione dell'Osservatorio Permanente della Qualità della Vita a Milano, il 28 novembre 2017 presso la Camera di Commercio di Milano.

La presentazione è disponibile al link sottostante:

Presentazione Osservatorio Permanente.pdf