Anno inizio: 2018 (in corso)

Strumento che quantifica i benefici della raccolta differenziata e del riciclo, il Contatore Ambientale è stato sviluppato a Milano grazie alla collaborazione del CONAI - Consorzio Nazionale Imballaggi - con il Comune di Milano, A2A Ambiente, AMSA e AMAT. Confronta gli impatti ambientali nelle fasi di trasformazione dei rifiuti in nuovi materiali, prodotti o energia, grazie a un metodo di Life Cycle Assessment.
Oggetto del conteggio sono le quantità raccolte, il viaggio verso gli impianti di selezione e trattamento, la tappa finale alla destinazione di reimpiego nei processi produttivi. Nei calcoli vengono anche considerati: la dimensione dei mezzi di trasporto, il consumo di carburante, la movimentazione all’interno degli impianti, gli scarti derivati dal trattamento, gli scarichi in acqua e le emissioni in aria, l’acqua e l’energia consumate nei processi di lavorazione.
I dati rilevati consentono di elaborare una serie di indicatori che esprimono, in modo sintetico, i vantaggi di un’economia circolare rispetto a un sistema di raccolta indifferenziata con invio in discarica o incenerimento totale. In particolare, gli indicatori rappresentano: il risparmio di emissioni di CO2, di acqua, di energia elettrica e materie prime, il numero di oggetti confezionabili con il materiale riciclato, la quantità di compost.

Il Contatore Ambientale è uno strumento di comunicazione in grado di far comprendere ai cittadini l’utilità degli sforzi compiuti per differenziare i rifiuti e incentivarli a comportamenti ancora più virtuosi nella direzione di un’economia circolare. 
Attraverso la firma del Protocollo CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi), sul Contatore Ambientale, AMAT si è impegnata in un programma di disseminazione dei risultati del Contatore. 
Milano ha ricevuto il Premio Sviluppo Sostenibile 2019 nella categoria Green City Network grazie al Contatore Ambientale, che è stato anche inserito fra le buone pratiche nella banca dati GELSO dell’Ispra per il settore rifiuti.

Temi collegati